sabato 18 ottobre 2008

Baguazhang a Pula









Siamo ad una settimana dal via a Pula del prossimo seminario di Qigong e Baguazhang.
Gli amici croati stanno lavorando per promuovere il seminario con articoli e annunci sulle riviste online, come per esempio su Grombol.

I costi sono stati mantenuti volutamente bassi per stimolare il più possibile la partecipazione di nuove persone e di permettere un approccio "easy" al Qigong e al Baguazhang. Si tratta di seminare per fare crescere la diffusione della pratica. Come detto, sarà il secondo incontro a Pola e spero che sia l'inizio di una lunga serie.

Ci sono due modi di partecipare ai seminari: quello "mordi e fuggi" e quello "mi interessa".
E' ovvio che sarebbe bello trovare tutti partecipanti interessati che vogliono crescere nelle loro capacità, ma non è così facile. Il concetto di disciplina è attualmente quanto di più sconosciuto e desueto si possa immaginare.

Ma sono anche convinto che quando si toccano con mano gli aspetti positivi della pratica, che danno equilibrio, serenità, forza interiore e maggiore consapevolezza, allora viene voglia di darci dentro e di dirsi: "mi interessa".

Sono convinto che anche chi partecipa alla "mordi e fuggi" comunque ha la grande possibilità di trarre vantaggio dal seminario. A volte ci si porta a casa pochissimo, quasi nulla, ma quella frase, quella pratica, quella sensazione ci rimane per tutta la vita e ci aiuta a diventare migliori.

La passione viene dalla capacità di sognare e di immaginare le cose che ci piacciono. Per anni ho immaginato e creato nella mia mente dei film su quello che avrei ottenuto dalla pratica del Baguazhang, del Qigong. E questo mi ha portato lontano.

Sognare, immaginare, per poi praticare. La prima medicina è nella mente dell'uomo. La parola "meditazione" deriva dal latino "mederi" che vuol dire guarire (come medicina).

A Pula lavoreremo sulla grande medicina del Fare, che aiuta ad essere più consapevoli.

Non mancate.

2 commenti:

master ha detto...

ciao Luigi, devo farti i complimenti per questo blog, va giù come....una tazza di tè verde! Spero ci sarà occasione di incontrarsi nuovamente. Sto ricominciando a praticare seriamente, dopo un anno di crisi per motivi personali, e ad insegnare (è comunque gratificante!). Martedì si vola nuovamente a Pechino, mi aspetta la sciabola! Un abbraccio - Riccardo

Luigi Zanini ha detto...

Ciao Riccardo, grande piacere di rileggerti e grazie per il tuo commento. Spero anch'io di averti presto in zona per poter praticare insieme e scambiare idee. Sono certo che l'anno di "crisi" sarà uno dei momenti più produttivi della tua vita, lo dico per esperienza.
Buon volo a Pechino, e soprattutto buona sciabola! Le armi hanno una loro anima, cerca di capirla e non ti tradiranno mai. Un abbraccio
Luigi