lunedì 21 novembre 2011

Le migliori 20 + 3 frasi sulle Arti Marziali




Dove si può scegliere solo tra codardia e violenza, sceglierei la violenza.
(Mohandas Gandhi)

La nazione che insiste nel tirare una netta linea di demarcazione tra l’uomo che combatte e l’uomo che pensa, rischia che le sue lotte siano condotte da folli e i suoi pensieri siano formulati da codardi.
(William Francis Butler)

Chi impara solo da se stesso, ha un folle come maestro.
(Ben Jonson)

La più debole delle debolezze è una virtù che non sia ancora stata messa alla prova del fuoco.
(Mark Twain)

Per primo il coraggio, poi la potenza, per ultima la tecnica.
(Author unknown)

Ognuno di noi ha un piano in mente, finchè non viene colpito.
(Joe Lewis)

Cerca di non seguire le orme di un vecchio; cerca quello che ha seminato.
(Matsu Basho)

Non interrompere mai il tuo nemico quando sta facendo un errore.
(Napoleone Bonaparte)

Chi sovrasta il suo nemico con la forza, lo sovrasta solo a metà.
(John Milton)

L’uomo più ricco è quello i cui piacere sono i più poveri.
(Henry David Thoreau)

Un uomo esperto in battaglia prima di tutto si rende invincibile, e poi attende che il nemico esponga la sua vulnerabilità.
(Sun Tzu)

Non temo un uomo che ha praticato 10.000 calci una volta sola, ma temo l’uomo che ha praticato un solo calcio 10.000 volte.
(Bruce Lee)

Noi siamo ciò che facciamo ripetutamente. L’eccellenza, quindi, non è una azione, ma una abitudine.
(Aristotele)

Un guerriero può scegliere se essere pacifista; gli altri sono condannati ad esserlo.
(Anonimo)

Non mi piace la morte, ma ci sono cose che mi piacciono ancora meno della morte. Quindi, ci sono volte in cui non temo il pericolo.
(Mencio)

Non colpire, se c’è una possibilità onorevole di evitare di colpire; ma se colpisci, non essere delicato.
(Theodore Roosevelt)

Se desideri la più grande tranquillità, preparati a sudare.
(Hakuin)

Piangi nel dojo. Ridi sul campo di battaglia.
(Anonimo)

In tempi di pace, l’uomo di guerra attacca se stesso.
(Friedrich Nietzsche)

Ci sono due regole per avere successo nelle arti marziali. Regola numero uno: non dire mai agli altri tutto ciò che sai.
(Anonimo)

Più sudi in palestra, meno sanguini in guerra.
(Shin Dae Woung)

Se lo posso fare io, lo puoi fare anche tu.
(Dan Inosanto)

Per conoscere veramente le arti marziali, devi avere una trasmissione orale.
(Dan Docherty)

(Da: http://www.martialdevelopment.com/blog/best-martial-arts-quotes/ e le tre ultime aggiunte personali.
Foto da: www.alivenotdead.com)

1 commento:

Anonimo ha detto...

Nel combattimento piu' grande e' il bersaglio piu' e' facile colpirlo